... Collezionisti  •  Consigli per...  •  Featured

Trasforma la tua casa in una galleria d’arte

Vuoi ampliare la tua collezione d’arte ma non sai come far andare d’accordo i tuoi acquisti nella stessa stanza? Trasformare una parete della propria casa in un piccola galleria d’arte è un ottimo modo per aggiornare l’arredo senza dover ricorrere al dispendioso aiuto di designer professionisti. Singulart è qui per mostrarti come fare!

Le pareti di una galleria d’arte altro non sono che muri decorati da opere d’arte di diversa fattura e origine. Perché prendere spunto da questa piccola trovata museale? Perché, se ci pensi, è un modo unico ed originalissimo di arredare un’anonima parete bianca e di rompere con la pratica tradizionale del “one man show”: un solo dipinto per ogni parete.

Il Team di Singulart annovera tra le proprie eccellenze Marion Sailhen, esperta e responsabile di fiere ed esibizioni artistiche, abile conoscitrice di tutti i trucchi necessari per presentare al meglio le opere d’arte in qualunque ambiente. Ecco quindi i 5 consigli di Marion per trasformare la propria casa in una vera galleria d’arte:

1. Esprimi te stesso

Vittima dell’ansia da arredamento? Non sai da dove iniziare? Calmo, fai un bel respiro e ricordati che il rinnovo non riguarda la sala di un ristorante o il soggiorno dell’appartemento di un amico…è la tua casa a subìre delle modifiche, non sentirti schiacciato da chissà quale responsabilità! Trattandosi del luogo in cui vivi, fai in modo che la tua immaginazione e i tuoi progetti vengano prima di qualunque foto vista su un catalogo IKEA.

Marion dichiara che: “trasformiamo le nostre pareti in gallerie d’arte per infondere un tocco di personalità nella propria casa”. Il consiglio è di prenderti il tempo necessario per collezionare opere contemporanee e/o antiche in linea con i tuoi gusti.

2. Non essere intimorito dall’eterogeneità

Non avere paura di combinare, sulla tua parete, generi e stili differenti – prova a pensare a come starebbe un ritratto accanto ad un paesaggio o a una natura morta, per esempio. Puoi creare diversi accostamenti: posizionare un dipinto accanto a un disegno o magari al di sopra di una suggestiva scultura. Infine, non limitarti nella scelta di dimensioni e forme simili: grandi e piccole, quadrate e rotonde… l’eterogeneità infonderà movimento ad una parete che altrimenti rischierebbe di apparire monotona e noiosa quanto una completamente spoglia. Il suggerimento di Marion è di utilizzare, se la collezione è troppo omogenea, cornici diverse: quelle vecchie in legno possono facilmente diventare grandi amiche delle lucidissime e bianchissime cornici contemporanee… ricordati, il cielo è l’unico limite (o in questo caso, il soffitto!).

3. Personalizza

Un’idea interessante per una parete-galleria è quella di ricorrere a un tema specifico: pensa a un muro costellato da bellissime fotografie dei tuoi viaggi, dai souvenir dell’ultimo tour in un paese esotico o in stile “albero genealogico” con tanti disegni e foto che ritraggono la tua famiglia. Appassionato di vela? Realizza una parete-galleria piena di opere a tema marino (garantendo sempre una varietà di tecniche e stili).

In questo caso, la varietà nel posizionamento delle cornici, e delle cornici stesse, rompe un tema chiaro. Photo: Better Homes and Gardens

4. Concentrati sull’ordine

Ora che ti ritrovi a dover fare i conti con molti stili diversi, è importante non lasciare troppo spazio alla confusione. Marion si aiuta a visualizzare la parete-galleria buttando giù degli schizzi del progetto: un modo efficace per raggiungere la giusta armonia tra colori, temi e forme prima di disporre tutte le opere.

5. Trova la parete adatta dove esporre le tue opere

Questo passo potrebbe essere il primo come l’ultimo, a seconda dell’ispirazione di ciascuno: trovare la giusta collocazione per le tue opere è importantissimo. Ognuno di noi è diverso, per fortuna, quindi la scelta della location sarà personale. Marion, nel corso degli anni, è stata testimone di pareti-galleria in salotto, in camera da letto e persino in bagno! De gustibus.

Disposizione creativa di opere d’arte. Photo: Anthropologie

Una volta selezionato il muro prescelto, misura le distanze tra un pezzo e l’altro e utilizza un nastro adesivo da pittore per disegnare la tua futura galleria sulla parete. Dopo qualche trapanatura e giro di chiodi…potrai inaugurare la tua splendida galleria homemade.

Lasciati ispirare…

Immagine in copertina: RoomFifty.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *